Società

La storia del Faventia, affonda le proprie radici nella cultura calcistica degli anni 70, quando i bambini e i ragazzini giocavano nei campetti.

In quel periodo l’essenza del gioco si concretizzava nello stare insieme e si cresceva condividendo esperienze “di squadra”.

Il calcio, dunque, era fondamentalmente aggregazione, che veniva proposta ai più piccoli da quei personaggi “più adulti” che ogni squadra (ed ogni città) ha avuto; costoro contribuirono significativamente a mantenere viva la vita calcistica Faentina, ed alcuni di loro riuscirono inoltre a dare un’impronta più chiara e più precisa infondendo valori semplici e profondi con grande impegno e passione.

 

In particolare, due di questi personaggi hanno significativamente influenzato la storia del Faventia: Geo Darchini e Guglielmo Muncinelli che ritengo di dover citare per rendergli in qualche modo onore.

 

Il Faventia calcio a 5, nacque dall’idea di un gruppo di amici: Claudio, Roberto e Valerio che stanchi del calcio dilettantistico malfatto, ricco di esasperazioni e senza contenuti, nel 1996 decisero di lanciarsi in questa avventura. Il primo passo fu l’iscrizione al campionato CSI di Imola, sotto le insegne del Boncellino.

L’anno successivo, coscienti di potere creare qualcosa di più importante e duraturo, si decisa di iscrivere la squadra ad un campionato federale, anche in quest’ultimo caso con l’appoggio di un’altra società: il Faenza 94.

A Giugno del 1998 il Faventia Calcio a 5 venne ufficialmente costituito come società sportiva indipendente.

Il primo campionato (98/99) fu entusiasmante e proprio sulle ali di quell’entusiasmo, nell’estate del 1999, venne progettata la prima iniziativa rivolta ai giovani, la Scuola Calcio Faventia, che fu realizzata in breve tempo da Adriano Petrocco.

Da allora è trascorso molto tempo e sebbene siano cambiate tante cose, i valori su cui si fonda questa società sono rimasti gli stessi. Centinaia di giovani in questi anni hanno indossato la maglia biancoazzurra, imparandone la storia ed i significati, primo tra tutti l’aggregazione, che oggi come allora continua ad essere un concetto basilare su cui si fondano le attività.

 

Il presidente
Claudio Servadei

CRONISTORIA

2016-2017

3° in Serie B Nazionale / Sedicesimi di Finale Playoff Promozione

Coppa Italia 2017: Qualificato alla fase ad eliminazione diretta - Eliminato ai sedicesimi

2015-2016

3° in Serie B Nazionale / Semifinale Playoff Promozione

Coppa Italia 2017: Qualificato alla fase ad eliminazione diretta - Eliminato ai sedicesimi

2014-2015

9° posto in Serie B Nazionale

2013-2014

2° posto in Serie C1 Regionale - Finalista Playoff - Promosso in Serie B Nazionale

Semifinalista Coppa Italia Serie C

2012-2013

2° posto in Serie C1 Regionale - Playoff

Semifinalista Coppa Italia Serie C

 

2011-2012

9° posto in Serie C1 Regionale

2010-2011

12° posto in Serie C1 Regionale

2009-2010

2° posto in Serie C2 Regionale - Promosso in C1

2008-2009

5° posto in Serie C2 Regionale

2007-2008

12° posto in Serie C2 Regionale

2006-2007

5° posto in Serie C2 Regionale

2005-2006

16° posto in Serie C1 Regionale - Retrocesso in C2

2004-2005

6° Posto in Serie C2 Regionale - Finalista Coppa Italia Serie C2 - Promosso in C1

2003-2004

2° Posto in Serie D Regionale - Promosso in C2

2002-2003

3° Posto in Serie D Regionale

2001-2002

11°Posto Serie C2 Regionale - Retrocesso in Serie D

2000-2001

14° Posto in Serie C2 Regionale

1999-2000

7° Posto in Serie D - Ripescato in C2 Regionale

1998-1999

 3° Posto Serie D Regionale - Semifinalista Playoff Promozione