Con Chaminade per il riscatto e per conquistare punti play off

Un delicato scontro play off attende il Faventia, impegnato domani sul campo neutro della Palestra Marabini di San Martino in Strada (via dell’Appenino 496) contro il Chaminade Campobasso, settimo in classifica e a soli due punti dai faentini. Il match non si disputerà al PalaCattani causa concomitanza con la terza prova Interregionale GPG di scherma. Il Faventia si presenta all’appuntamento senza gli squalificati Cavina e Piallini e con Hassane e Revert Cortes in dubbio causa infortunio, ma con tante motivazioni per riscattare il 6-1 subito all’andata e soprattutto la sconfitta in casa del Lucrezia arrivata prima della pausa del campionato per la Final Eight di Coppa Italia. Proprio da questo match l’allenatore Davide Placuzzi vuole partire per analizzare il momento della sua squadra.

“A Lucrezia non abbiamo vissuto una bella giornata dal lato sportivo e non mi riferisco al risultato, perché in casa della capolista si può perdere – spiega Placuzzi -. Non mi è piaciuto quello che è accaduto in campo, dove sul 4-2 per noi è cambiato il metro arbitrale a nostro sfavore, e sugli spalti, perché ho visto comportamenti poco corretti da parte di alcune persone, delle quali avevo un giudizio differente. Il modo in cui è arrivata questa sconfitta ha inciso molto a livello psicologico sui ragazzi ed infatti ho dovuto lavorare soprattutto dal mentale in queste due settimane per recuperare un gruppo deluso e affranto. Ci siamo comunque preparati molto bene e sono certo che ci faremo valere, perché abbiamo tanta voglia di riprendere la marcia verso i play off”.

Che partita ti aspetti contro il Chaminade?
“Entrambe le squadre devono vincere e quindi sarà aperta e molto combattuta. Dovremo interpretarla con lo spirito giusto ed essere sempre attenti. Con una vittoria manterremmo il vantaggio sull’Eta Beta Fano e arriveremmo allo scontro diretto in trasferta di sabato prossimo nella maniera migliore, ma con una sconfitta o un pareggio rischieremmo il sorpasso. La gara di andata con il Chaminade è stata l’unica partita della stagione in cui non abbiamo mostrato il nostro vero volto, mentre in tutte le altre occasioni siamo sempre stati bravi a sopperire ai tanti infortuni che ci hanno colpito in questi mesi. Oltre alla voglia di vincere abbiamo anche molti stimoli e spero ci siano tanti nostri tifosi sugli spalti, nonostante non si giochi al PalaCattani”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.